17 feb 2014

Silver: la trilogia dei sogni

Ho aspettato questo libro dalla prima notizia che la Corbaccio ci ha dato e ora devo aspettare il secondo, di cui non si sa nulla. Questa è la dura vita di una lettrice.
Dal preambolo già si capisce tanto sulla recensione...


Titolo: Silver- la trilogia dei sogni
Autrice: Kerstin Gier
Genere: fantasy
Casa editrice: Corbaccio
Data di uscita: 6 febbraio 2014
Disponibilità: ebook e cartaceo 
Prezzo: 9,99; 16,40 
Numero di pagine: 323


Trama: Porte che si spalancano su luoghi segreti, statue che parlano, una ragazzina che si aggira con un’ascia in mano… I sogni di Liv Silver non sono tranquilli negli ultimi tempi. Soprattutto uno: un sogno in cui si ritrova di notte in un cimitero insieme a quattro ragazzi impegnati in un rituale dall’aspetto satanico.
E questi tipi hanno un legame con la vita vera di Liv, perché sono Grayson, il fratellastro appena acquisito da quando la mamma ha portato lei e la sorella a vivere a Londra con il suo nuovo compagno, e i suoi amici. Perché adesso Liv frequenta la stessa scuola. Perlomeno sono tutti abbastanza simpatici. La cosa veramente strana, però, è che da quando è a Londra Liv ha scoperto di avere accesso ai sogni degli altri. Attraverso porte dai colori e forme diverse entra letteralmente nell’inconscio dei suoi amici. Una faccenda affascinante, se non fosse che, da alcune frasi che capta durante il giorno, sembra che anche loro sappiano della presenza di Liv nei loro sogni. Come è possibile?



Prima delle recensione, dico anche una cosetta sulla copertina. Secondo me è meravigliosa, riesce ad attirare al primo sguardo. E' molto più bella e particolare dell'originale. Complimenti davvero alla Corbaccio!
 

E ora (finalmente) vi lascio alla mia recensione, scusandomi per il mio ritardo. Ma che ci posso fare? L'esame mi ha tolto ogni briciolo di razionalità, già minima nella mia persona!
 

Recensione:
"Che cosa è che non è certo?" 

Cara Kerstin, la risposta è tutto il libro. Credo di non aver mai letto un romanzo che mi abbia lasciata con così tanti dubbi. Solitamente la mia mente da Sherlock Holmes lavora, lavora e trova delle soluzioni, qui solo altri problemi. 
Oltre tutto il finale non aiuta per niente, anzi ci lascia solo con la voglia di leggere il libro successivo. Lo stile della Gier è qualcosa di meraviglioso. Ti trascina tra le pagine e l'idea di staccarsi non passa neanche per l'anticamera del cervello. E' caratterizzato da humor e rimane frizzante per tutta la narrazione. 
Inoltre come al solito io amo i personaggi che è capace di creare la mente di questa donna. E qui faccio il mio appello alla carissima Kerstin: 

Non potresti inventare dei personaggi maschili maggiorenni? Io ormai ho una certa età (detta così sembra che ho 40 anni...) e non posso innamorarmi di un 16/17enne. Dai Gier cerca di creare almeno dei venticinquenni in su.

Finito l'appello, che non leggerà siccome è tedesca, ma a volte tutto è possibile. 

Dunque il personaggio principale è Olivia Silver, una quindicenne figlia di genitori separati, affidata insieme alla sorella Mia alla madre. Le due ragazze non posso chiamare nessun posto casa in quanto hanno sempre viaggiato in posti diversi, imparando ad adattarsi e a non legarsi mai troppo ad oggetti e alle persone. 
La famiglia è composta anche da Lottie, dolcissima bambinaia e tutto fare oltre che dalla cagnolina Princess Butter. 
Ma questa famiglia sempre in viaggio, è destinata a fermarsi quando la madre conosce un uomo, Ernest che ha due figli e decidono di vivere tutti insieme. 
Florence, la figlia di Ernest è quella che reagisce peggio dicendo di non voler stringere i propri spazi, mentre il fratello Grayson si mostra indifferente, sostenendo che è già tutto deciso. 
Ammetto la mia debolezza verso quest'ultimo, che si aggiudica il secondo posto come personaggio maschile dopo Gideon de Villers. Grayson ha tre amici, tutti bellissimi e amatissimi dall'intero corpo studentesco femminile nella nuova scuola frequentata da Liv. Biondi, con occhi grigi o azzurri. Uno di questi viene addirittura soprannominato Ken da Liv, siccome le ricorda l'ex marito di Barbie. 
Forse tutti un po' troppo belli e perfetti fisicamente, ma ci sono passata sopra senza neanche alzare gli occhi al cielo, quindi la Gier fa miracoli! 
I personaggi più amati sono stati sicuramente due: Olivia e il sopracitato Grayson. 
Liv è una ragazzina molto forte, simpatica e curiosa, con una passione per Sherlock Holmes, amante del cinema e dei telefilm. Si gode proprio come voce narrante e anche se in parte potrebbe ricordare Gwen, riesce a distaccarsi notevolmente da lei. Tutto inizia con la maglietta che le dà Grayson e la catapulta in un sogno davvero limpido, quasi reale. Scoprirà presto di essere un elemento importantissimo per aiutare a spezzare dei sigilli, imposti al gruppo da un'entità demoniaca. 
Grayson secondo me si fa amare da subito, proprio da quando arriva ad accogliere le sorelle Silver e la madre Ann. Piano, piano scopriamo qualcosa di lui: la paura di essere deriso, di non riuscire a giocare bene per la propria squadra, l'irritazione di vedere Liv accettare tutto ciò che i suoi amici le propongono. 
Grayson è davvero protettivo e io mi aspetto qualcosa... 
Però un altro personaggio maschile tra i quattro amici prende molta più visibilità e questo è Henry. Liv lo vede la prima volta sull'aereo per Londra, poi a scuola, dove entrambi afferrano un pompelmo che sta per finire contro una loro compagna. Henry si mostra anche il più disponibile a spiegarle, come proteggersi all'interno dei sogni. Ma io mi sono iniziata a chiedere se non fosse il caso di proteggersi da lui. Un tipo davvero misterioso, che lascia altri mille interrogativi. 
"Sarai anche fascinoso, ma non mi inganni, perchè sento che nascondi qualcosa." me lo sono ripetuta continuamente. 
Infatti, come avrete capito, è uno dei personaggi che mi sono piaciuti meno, insieme alla madre di Mia e Liv. 
Ann è una donna totalmente diversa da quelle che abbiamo visto, per esempio, nella Trilogia delle Gemme. Ha un comportamento da ragazzina, che tende ad irritare e a chiedersi se abbia davvero partorito le due ragazze che mi mostrano tre o quattro volte più mature. Anche Ernest più di una volta, secondo il mio parere, si chiede chi si sia messo in casa. 
Comunque i misteri dei personaggi continuano anche nei sogni. Quando Liv sogna, appare una porta e attraversandola è in grado di arrivare in questo corridoio sul quale si affacciano altre porte. Ognuna di queste permette di entrare nel mondo dei sogni di uno degli altri personaggi. 
Devo dire che l'idea dei sogni mi piace moltissimo e voglio proprio vedere cosa succederà nel secondo. 
Un altro elemento, che incuriosisce, è il Tittle-Tattle blog, ovvero un blog tenuto da una certa o certo Secrecy che racconta i gossip della scuola e che nessuno conosce. Sì, non appare del tutto nuova come idea, ma chi è questo personaggio? Questa informazione non ci è ancora resa nota, però io cerco di scoprirlo.

Diciamo che 3,5 booklovers ci possono stare per questo romanzo, siccome forse è stato anche troppo misterioso ed è rimasto appena al di sotto della Trilogia delle Gemme, che fin da subito mi ha conquistata. Però la Gier è sempre bravissima, quindi consiglio vivamente di leggerlo, perchè sono sicura che la votazione non potrà che salire. 

Inoltre io voglio sapere tutti i misteri, solo accennati e capire fino a che punto è reale e fino a che punto è tutto irreale. Il vero problema ora? BISOGNA ASPETTARE!


Valutazione: 

 

05 feb 2014

Anteprima "Uno scatto che ti cambia la vita"

In uscita il 19 febbraio un romance che vi scalderà il cuore facendovi emozionare sulle spiagge di Nassau.
Per la Genesis Publishing "Uno scatto che ti cambia la vita" di Anna Loveangel



Titolo:"Uno scatto che ti cambia la vita"
Autrice: Anna Loveangel
Casa Editrice: Genesis Publishing
Collana: Astharte
Genere:Romance Contemporanei
Data d'uscita: 19 Febbraio
Prezzo:3,50
Disponibilità: ebook in formato kobo e kindle
1°libro della serie
"Cinque cuori alle Bahamas"composta da cinque libri tutti autoconclusivi e con protagonisti diversi . La pubblicazione del secondo romanzo " Adesso che ho te" verrà pubblicato a breve.



Trama:« Realizza il tuo sogno e troverai la felicità» queste sono le parole che accompagnano la vita di Samantha, una venticinquenne romantica e dolce, alla ricerca della felicità! Samantha crede che là fuori, nel mondo, ci sia un uomo capace di essere il suo principe azzurro, capace di amarla per la sua semplicità e il suo essere fuori dagli schemi. Vive la sua vita normalmente, il suo unico obiettivo è quello di lavorare per la grande rivista di viaggi: la “Natiolnal Geographic Traveller”, per questo lascia la sua città per raggiungere Nassau, tropicale ed esotica città delle Bahamas .Lì incontra qualcuno che le sconvolge la vita; Jay è attraente, bello come un adone e molto ricco. Odia il denaro e il suo lavoro. Per troppo tempo si è nascosto dietro a una maschera mostrando una parte di sé che detesta, il muro che si è costruito dopo la morte del padre è inespugnabile. Romanticismo, passione e un pizzico d’ironia accompagneranno i due protagonisti in una conoscenza “ravvicinata” e in una storia d’amore sopra le righe".





"Cosa accade quando un cuore colmo di speranze ne incontra un altro privo di qualsiasi gioia di vivere? Ecco che nasce una storia improbabile quanto desiderata. Uno scatto che ti cambia la vita narra di un legame senza esclusione di colpi, intrigante per dei protagonisti in lotta con se stessi. Non si può sbattere la porta in faccia all'amore, quando bussa con così tanta convinzione. Consigliato a un pubblico tutto in rosa, che ama sognare e sospirare in compagnia di personaggi disposti a scommettere sul proprio destino."

ESTRATTO


Secondo me, fino ad oggi, sono stato cieco. Completamente. Non ho mai visto, i miei occhi mi hanno negato le meraviglie della vita. Ora vedo la luce del giorno, sento il calore del sole, che bacia la mia pelle. Il mio corpo è vivo, il mio cuore… respira. Non ho mai vissuto, è questa la verità. Come l’ho capito? Semplice. Guardando i suoi occhi, sinceri, sereni e pieni di vita, osservando i suoi movimenti, il suo sorriso, il modo di gesticolare, di abbassare gli occhi in un momento imbarazzante. L’ho capito dal primo appuntamento, anche se non me ne ero reso conto. Di chi sto parlando? Credo sia semplice la risposta. Capelli lunghi, morbidi e profumati, viso tondo, occhi lucenti, labbra gonfie di un desiderio a lungo represso. Sì, è lei: Samantha, la mia Sammie.